Le Nostre Iniziative

PER I PAZIENTI e i CARE-GIVER

Progetto “Insieme si và più lontano 2.0”

Admo Regione Lombardia onlus nasce 30 anni fa con l’obiettivo di sostenere le famiglie colpite da malattie ematologiche la cui unica salvezza è legata al trapianto di midollo osseo.
La campagna di sensibilizzazione è solo l’inizio del percorso, i pazienti nel frattempo effettuano percorsi di cura per arrivare al trapianto e da quel momento non possono avere contatti col resto del mondo.
La condizione di isolamento che li accompagna da questo momento fino al trapianto e poi nei mesi/anno successivi/o, necessita di un’importante supporto psicologico, sociale e psicofisico in quanto dovendo combattere contro una grave malattia che non concede rese, nemmeno momentanee. La voglia di vivere dei pazienti gioca infatti un ruolo importante in questo percorso e il nostro obiettivo è quello di aiutarli a stare bene, prenderli per mano, e accompagnarli in questo percorso.

Il progetto prevede i seguenti laboratori/attività e risultati, se vuoi sostenerli visita la pagina
DONA ORA

Sostegno psicologico/psicoterapeutico “diretto” individuale o di gruppo, Sostegno allo studio e reinserimento in classe:

Sostegno psicologico/psicoterapeutico “diretto”
– Sostegno psicologico individuale dedicato ai pazienti
– Sostegno psicologico individuale dedicato alla famiglia
– Sostegno psicologico di gruppo dedicato ai pazienti
– Sostegno psicologico di gruppo dedicato alla famiglia

Sono molti i pazienti, e di conseguenza l’intera famiglia, che stanno vivendo le stesse paure, emozioni, esperienze..
Vogliamo dedicare loro dei momenti di condivisione moderati dalla figura professionale di uno psicologo che proporrà loro tematiche “su misura” e che li accompagnerà durante tutto il percorso. Desideriamo che si sentano parte di un gruppo e che lottino insieme per superare le difficoltà.
Non meno importanti sono le sedute individuali durante le quali si ha la possibilità di mettere a nudo le proprie paure e fragilità.
Obiettivo: Aumentare il benessere e la qualità della vita. Diminuire l’isolamento sociale aggravato dalla condizione di malattia.

Sostegno allo studio e reinserimento in classe
– Sostegno psicologico/psicoterapeutico “diretto” individuale o di gruppo, nello specifico:
– Sostegno psicologico individuale dedicato ai pazienti
– Sostegno psicologico individuale dedicato alla famiglia
– Sostegno psicologico di gruppo dedicato ai pazienti
– Sostegno psicologico di gruppo dedicato alla famiglia

La formazione scolastica è ad oggi gestita a totale discrezione dei dirigenti scolastici che, molto spesso, è carente.
Garantire il diritto allo studio che permetterà loro di accumulare lacune nel programma scolastico e agevolarli nel rientro a scuola quando la loro condizione fisica glielo permetterà è fondamentale.
Obiettivo: Aumentare l’autostima, ridurre lo stress, aumentare il benessere, ridurre la sensazione di isolamento sociale.

Attività ludico/ricreative dall’alto valore psicologico e intellettivo:

– Laboratorio teatrale
L’attività del teatro permette al bambino, al ragazzo e all’adolescente di esprimersi, di giocare un ruolo, di abbattere i normali confini tra immaginazione e realtà. Il teatro permette di sentirsi liberi, di sperimentarsi senza paura, fino ad oltrepassare il normale modo di essere. Pertanto il teatro sperimentato in adolescenza può considerarsi un’arte creativa e formativa utile ad aumentare l’autostima e a superare situazioni di stress.
Obiettivo: Aumentare l’autostima, potenziare le skills personali, ridurre lo stress, ridurre la sensazione di isolamento sociale.

– Spettacoli di intrattenimento per i bambini: Cantastorie (appuntamento mensile)
Un appuntamento mensile col divertimento riservato ai i più piccoli e alle loro famiglie.
Obiettivo: Aumentare la qualità della vita e il benessere, ridurre la sensazione di isolamento sociale.

– Lezioni di chitarra base oppure, per i più esperti, con un artista di eccellenza
La musica è da sempre considerata un analgesico naturale. Rafforza i legami con gli altri. Uno studio della Cochrane Collaboration conferma che la musica ha effetti positivi sul benessere psicologico, la qualità di vita e, in parte, anche su alcuni sintomi fisiologici dei pazienti:
Suonare uno strumento rafforza la memoria e le capacità di lettura. E’ confermato da molti studi che questo è dovuto al fatto che la musica e la lettura sono collegate tramite meccanismi neurologici e cognitivi comuni.
Riprodurre musica ti rende felice.
I musicisti possono elaborare più cose contemporaneamente. Questo è dovuto al fatto che, suonando uno strumento, sei costretto ad elaborare più sensi contemporaneamente. Miglioreranno quindi le capacità multi-sensoriali.
La musica riduce lo stress e la depressione. Uno studio sui malati di cancro ha scoperto che ascoltare e suonare musica riduce l’ansia.
Obiettivo: Aumentare l’autostima e la qualità della vita, potenziare le skills personali, ridurre lo stress, sviluppare benessere psicologico, ridurre la sensazione di isolamento sociale.

– Lezioni di trucco (con supporto psicologico)
La perdita dei capelli e delle sopracciglia è un’esperienza traumatizzante. Vedersi belle aiuta ad affrontare con più forza la malattia!
Vogliamo aiutare le ragazze a ritrovare il sorriso aiutandole a sentirsi belle con trucco e turbante.
Obiettivo: Riconquistare benessere e autostima, ridurre la sensazione di isolamento sociale.

Attività di sensibilizzazione

Le famiglie sono impotenti davanti alla malattia, la loro vita dipende dall’individuazione del donatore compatibile.
Aiutarli a sensibilizzare alla donazione li fa sentire meglio in quanto in questo modo possono contribuire per se stessi e per gli altri a fare il possibile per trovare una via di salvezza.
Anche i pazienti stessi spesso sentono la necessità di contribuire a sensibilizzare alla donazione. Immedesimandosi nei pazienti meno fortunati (ancora alla ricerca di un donatore) e avendo vissuto le stesse paure e dolore desiderano contribuire attivamente per poter aumentare la speranza di salvezza.
Obiettivo: Aumentare l’autostima, ridurre lo stress, ridurre la sensazione di isolamento sociale.

Esprimi o Esaudisci un Desiderio

Tramite l’Associazione “Le Stelle di Lorenzo Onlus”, esaudiamo i desideri dei bambini sottoposti a trattamento medico prolungato, arricchendo l’esperienza umana con speranza passione e divertimento. Per un bambino vedere che il suo desiderio si realizza, significa dimenticare per un attimo di essere malato e tornare a sorridere.
Il Sorriso di un Bambino è il nostro bene più prezioso, la consapevolezza di difenderlo è la nostra arma più potente!

I desideri da esaudire possono essere normalmente di 4 categorie:
• incontrare un personaggio famoso, (con il quale passare un po’ di tempo in sua compagnia per un autografo, quattro chiacchiere e qualche foto)
• fare un viaggio, (poter visitare un posto desiderato, giocare con la sabbia in riva al mare, passare una giornata al parco dei divertimenti più famoso, un giro in barca)
• essere ‘qualcuno’ per un giorno, (esaudire i sogno di cosa farò da grande, essere un eroe oppure un attore o una modella, anche un pompiere)
• ricevere un oggetto particolare, (un gioco, oppure la maglia del mio giocatore preferito)
Le Stelle di Lorenzo Onlus si impegna a realizzare i desideri di bambini affetti da specifiche patologie rientranti in un elenco prestabilito. Il desiderio può essere esaudito solamente in presenza di tutti i requisiti previsti. Le Stelle di Lorenzo Onlus si riserva di accogliere a sua totale discrezione le richieste ricevute.

 

Se vuoi accedere ad uno di questi servizi o desideri maggiori informazioni, inviaci un mail indicando oltre ai tuoi contatti, a quale servizio sei interessato.

INVIA MAIL

Torna a INSIEME SI VA PIU' LONTANO 2.0