Storie (di vita)

ADMO RINASCERE… DOVE TUTTO EBBE INIZIO…

Lo struggente racconto di Renato e di Mario

due padri che davanti al dolore della perdita di un figlio hanno detto “NO, basta, non deve capitare ad altri…

“La notte in cui è venuto a mancare… il cielo era di un nero… Me lo ricordo perché me lo sentivo addosso… era di un nero… mai visto un cielo così… quasi a dirmi… quasi a volermi preannunciare la sua mancanza…” (Renato)

…ed è così che tutto è cominciato….

 

la lettera-testamento di Rossano Bella

“Per amor di Dio non fate che la mia morte non serva a nulla, combattete la leucemia” 

Sette giorni prima di morire, il giovane Rossano Bella, sapendo ciò che gli stava per accadere, scrisse questa sua ultima lettera-testamento e la fece pervenire alla famiglia attraverso la cugina Raffaella.

“Tra le righe della sua lettera testamento Rossano scrisse anche che si augurava che la leucemia venisse debellata entro il 2000… Dieci anni per non vedere più bambini spegnersi e giovani scrivere le loro ultime volontà… Ma per un giovane dieci anni non passano mai, a differenza di noi a nziani che invece li vediamo volare. E, alla fi ne di questo 2007, dopo diciotto anni, la leucemia continua comunque a mietere le sue vittime. Con ADMO abbiamo fatto tanto, tutto quello che potevamo. Non è bastato. Il donatore di oggi, di domani dev’essere anche un donatore di midollo osseo e cellule staminali, così come le future mamme donatrici di sangue placentare dal cordone ombelicale. È un impegno.”

Mario Bella

 

Torna a Storie (di vita)